'Shrill', con Aidy Bryant, è una rivoluzione per la rappresentazione dei grassi

tv

In questo editoriale, l'editor esecutivo di Teen Vogue, Samhita Mukhopadhyay, discute della potente rappresentazione grassa in striduloe come lo spettacolo raffigura le sfaccettate realtà dell'essere una donna taglie forti nel mondo.

Di Samhita Mukhopadhyay

22 marzo 2019
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest
Allyson Riggs
  • Facebook
  • cinguettio
  • Pinterest

L'episodio di apertura della nuova serie di Hulu stridulo, basato sull'omonimo libro dello scrittore Lindy West, inizia, beh, pesante. Il personaggio principale, Annie, interpretato da Aidy Bryant, si rende conto che è incinta perché la pillola del giorno dopo che sta prendendo non è garantita per lavorare su persone oltre un certo peso. Il farmacista non riesce a comunicare ad Annie queste informazioni e finisce con una gravidanza non pianificata e decide di abortire. Nonostante l'aborto sia una procedura medica comune, è ancora controverso mostrarlo in televisione - ma lo spettacolo lo descrive con sfumature e sensibilità e dà il tono per la serie in anticipo. stridulo affronta argomenti seri, a volte sconvolgenti, e attraverso l'umorismo li mostra per quello che sono: problemi di vita reale che le donne comuni affrontano. L'ironia della prima è che l'aborto non è l'aspetto più emotivo dell'episodio; invece, si concentra su come la normale vita quotidiana di Annie sia resa più complessa dalla sua grassezza.



Probabilmente posso contare su una mano le volte che ho visto una donna grassa sullo schermo. Il numero diminuisce quando penso a un personaggio di donna grassa che non è concentrato sulla perdita di peso, che in qualche modo non è un cattivo, che non odia se stessa. In effetti, è così dato per scontato che le donne grasse dovrebbero essere odiate, criticate o che cercano di perdere peso che è davvero rivelatore vedere uno sullo schermo che interagisce con un mondo che odia il grasso e si rifiuta di sottomettersi a questo con odio per se stessi. Quando ho iniziato a guardare stridulo, Mi aspettavo che fosse divertente e stimolante, ma invece mi sono ritrovato a singhiozzare per gran parte.


Sulla sua faccia, forse, stridulo non sporge dalla manciata di altre commedie tranquille e bizzarre sulla vita millenaria. A tutti gli effetti, Annie è una donna 'normale' sessualmente attiva, ambiziosa, simpatica amica, vestiti carini, con genitori e fidanzati prepotenti ma per lo più simpatici che sono in gran parte deludenti. Ciò che imposta stridulo a parte la tendenza dei drammi più tranquilli ed esteticamente gradevoli è che Annie non è la visione di ciò a cui siamo abituati.

In quel primo episodio, lascia il lavoro per un pranzo di mezzogiorno (non protetto) con il non fidanzato Ryan (Luka Jones), dopo di che le chiede di uscire dalla porta sul retro. Forse non è esplicito che ciò accada perché è grassa - chiaramente ama il suo corpo ed è semplicemente cattiva in tutto il resto - ma è difficile non dare per scontato che sia la ragione del segreto. Questa è una paura universale da ragazza grassa: non vuole che i suoi amici lo vedano con una donna grassa. Annie non è contenta dell'uscita dalla porta di servizio, ma essendo un essere umano che vive e respira e che vuole anche fare sesso, la sopporta. È carino e il sesso è buono. Chi di noi ...


Allyson Riggs
Annuncio pubblicitario

Più tardi nella serie, un episodio intitolato 'Pool Party' contiene due delle scene più rivoluzionarie dello spettacolo. Ad un certo punto, Annie sta cercando di attraversare la strada, ed è indecisa, facendo una piccola danza con un'auto per determinare se dovrebbe andare per prima. Si distende e, mentre lo fa, una bella donna (Hunter McGrady) vestita di rosso, che è anche più grande, attraversa audacemente la strada. Questa donna misteriosa sa chi è, sa che è il suo turno di camminare e la sua sicurezza attira l'attenzione di Annie. Annie la segue in un negozio di fiori. I due non interagiscono, ma è un momento potente, in cui il personaggio vede una versione di se stessa che deve ancora essere realizzata: una donna grassa che è sicura e non dispiaciuta di occupare spazio. Annie decide di comprarsi anche dei fiori.

Quindi finisce ad una 'Fat Babe Pool Party', ed è qui che Annie si confronta con corpi di tutte le taglie senza ciglia per regalarsi un po 'di relax in costume da bagno. La festa prende ogni comprensione convenzionale che abbiamo delle condizioni di grasso e il suo rapporto con l'ambiente ostile della piscina (o la spiaggia o qualsiasi altro posto in cui devi indossare un costume da bagno). Sorseggiando una margarita con 'One Last Time' di Ariana Grande in sottofondo, Annie si perde e si trasforma di fronte a noi. All'inizio non vuole ballare, ma quando vede ballare tutti gli altri corpi, vestiti in modo scarso, si perde nel momento.


Allyson Riggs

La scena mostra profondamente la positività del corpo e il potere di avere modelli di ruolo e rappresentazioni diverse. Esplora anche (come la serie) la vita interiore di una donna grassa, non attraverso il pretesto di odio o perdita di peso, ma esplorazione e scoperta. È la maturità di una donna grassa.

La festa in piscina è solo una scena di una serie che è cosparsa della realtà di vivere in un corpo grasso. La gente ti chiama grasso, divertente, disumanizzante in ogni fase del tuo cammino. Una mamma amorevole che si estende eccessivamente incoraggiandoti a mangiare meglio 'per la tua salute' e una serie di altre scene che illustrano i modi in cui le persone grasse vengono umiliate e discriminate. Ma il nostro protagonista non è appesantito da questo o distrutto da esso. Ciò che la definisce è che è un'aspirante scrittrice che ha un punto di vista forte e amici davvero fantastici.

Sono diventato emotivo guardando stridulo in un modo che non mi aspettavo perché siamo così abituati alle persone grasse che sono il calcio delle battute, il compagno o l'oggetto della derisione. Siamo stati privati ​​delle rappresentazioni che coinvolgono le realtà delle nostre vite. Mi sono reso conto che era una delle prime volte che avevo visto un riflesso di cosa significhi essere una vera donna grassa. Ci vestiamo carini. Abbiamo bisogno dell'accesso all'assistenza sanitaria riproduttiva. E mentre lo spettacolo parla di come il grasso influisce sulla sua vita e sulla prevalenza della discriminazione dei grassi, non si concentra solo su questo. Come la maggior parte delle forme di discriminazione, è qualcosa di cui sopporta il peso maggiore, qualcosa che realizza ha un impatto sulla sua vita come qualsiasi forma di discriminazione, ma non la definisce del tutto.

ammissioni alla gara e all'università

Forse questo da solo non rende questo spettacolo una rivoluzione per le donne grasse. Ma guardarlo come uno sicuramente ne ha avuto voglia.


Lasciaci scivolare nei tuoi DM. Iscriviti al Teen Vogue email giornaliera.

Vuoi di più da Teen Vogue? Controllalo: L ''Insaziabile' di Netflix non riguarda in realtà le persone grasse